Dopocena da brivido

Quattro scenari di gioco thriller per una serata di tensione e divertimento

Una serata tra amici, o perché no, tra perfetti sconosciuti.
Un budget fatto di cose che potete trovare in casa. E nient’altro.
Attori e registi? Voi. Spettatori? Sempre voi.
Quello che state per mettere in scena non è un film, anche se useremo in molti casi un linguaggio simile a quello del cinema. Quello che state per mettere in scena è un gioco di ruolo dal vivo: un modo originale, divertente e sempre diverso per passare una serata.
Siete pronti a essere i protagonisti di una storia thriller?

  • Tre di Pierpaolo Zoffoli (per 3 giocatori). Un sottile gioco al massacro fra tre persone in cella, un “dilemma del prigioniero” in cui è possibile morire per amore… o uccidere per esso.
  • Cuori rivelatori di Oscar Biffi (per 4 giocatori). Questa notte in clinica sembra non finire mai, ritmata com’è dal battito martellante di cuori inquieti. E più di una mano è già macchiata di sangue…
  • Il negoziatore di Angela Caputo (per 5 giocatori). Cento minuti esatti per sbloccare una situazione con ostaggio. Tre persone da una parte del muro, due dall’altra. E una verità che non è mai nel mezzo.
  • Viandanti sul mare di nebbia di Oscar Biffi (per 6 giocatori). “Questo piano è un capolavoro e non può fallire”… Il colpo del secolo da parte di una banda di truffatori diventa un pericoloso balletto fra pensiero e azione.
Lorenzo Trenti (a cura di), Dopocena da brivido
Milano, Delos Books, 2011
pp. 80
ISBN 9788865301869

cart